L’ambiente e il coinvolgimento dei sensi

 

 

“La casa su Marte”, 2011/12, foto, rendering e disegni costruttivi dell’installazione – vetroresina, metallo, metacrilato e legno, diametro 3,40 mt.

 

La Casa su Marte è un progetto che cavalca il futuro, una creazione artistica, un’opera di design architettonico, un habitat dalla struttura pseudosferica

Quest’opera presenta due livelli di fruizione:

un livello reale – un’installazione immersiva, (immersività sonora, visiva, olfattiva, tattile) un’architettura sensoriale e interattiva completamente funzionante. I colori, i suoni, i profumi e le immagini vengono attivati in presenza del visitatore da sensori posti nell’ambiente.

un livello simbolico – una “cassa di risonanza” che amplifica le nostre sensazioni facendocene prendere maggiore coscienza. Colonizzare Marte significa, simbolicamente, conquistare il nostro potere percettivo ed esperirlo amplificato ma, nello stesso tempo, protetto.

 

Entrare ed esperire La Casa su Marte significa prendere possesso di tutte quelle sensazioni che ancora non conosciamo completamente o che abbiamo dimenticato.

More info: http://lacasasumarte.it/